How to...

Come realizzare foto artistiche in casa da soli!

Oggi voglio spiegarti e illustrarti alcune idee che ho realizzato durante questo periodo in cui sono stato in casa. Devi sapere che niente può limitare il lato artistico di una persona e basta principalmente una macchina fotografica. Se hai questa, hai tutto il necessario per divertirti anche in casa, allenarti e migliorare le tue fotografie imparando nuove cose. Perciò vediamo oggi come realizzare delle foto artistiche in casa e da soli! (Se invece hai la possibilità di avere un soggetto con cui scattare, ti consiglio il mio articolo Come realizzare foto artistiche in casa?)

Gocce d’acqua e tanta fantasia

I liquidi sono “strumenti” molto interessanti con cui realizzare foto artistiche. Io in queste particolari foto ho utilizzato l’acqua per vari motivi; è trasparente, riflette le cose come uno specchio ed è colorabile. Ti basta uno spruzzino e il gioco è fatto. Ora vediamo alcune foto.

Come le ho realizzate? Per dare questo effetto avete bisogno di illuminare le gocce e quindi renderle piene di luce “bianca”; perciò l’impostazione generale è composta da un piano dove sono poste le gocce e subito davanti alla nostra fotocamera, un softbox leggermente inclinato verso le gocce stesse, in modo da poterle “colorare di bianco” il più possibile. Dopodiché ho semplicemente posto vari oggetti (per esempio una chiave di violino o anche la nostra mano) tra le gocce e il softbox e ho scattato.

Le prime due foto sono state scattate su una superficie ruvida e con un obiettivo inverso (cioè montato al contrario) ed è per questo che ho ottenuto un effetto macro. La terza foto invece è stata scattata normalmente ma su una superficie nera e lucida.

Video creativo

Una serie di fotografie, creano un video e anche il vastissimo ambito del videomaking, è un altro modo per descrivere qualcosa e per immortalare un’azione nel tempo. Quindi, se hai del tempo da dedicarci, è divertente realizzare anche piccoli filmati per svago, provare nuove inquadrature e addentrarsi in un nuovo campo. Se sei alle prime armi, ti dico subito che non è semplicissimo editare un video, ma una volta imparate le basi sarà molto soddisfacente creare piccoli filmati. Ho provato a fare un qualcosa di creativo e piacevole utilizzando la stessa impostazione delle precedenti foto, quindi un softbox e una superficie nera e lucida con sopra delle gocce d’acqua. Poi grazie alla testa a sfera del cavalletto e il cavalletto stesso ho creato delle riprese stabili e fluide.

Gocce di colori
Drops of H2O ( The Filtered Water Treatment ) by J.Lang (c) copyright 2012 Licensed under a Creative Commons Attribution (3.0) license. Ft: Airtone

Questo è il video che ho realizzato e di cui vado molto fiero. Fammi sapere nei commenti se ti è piaciuto! Tornando a noi, come hai potuto notare, non ho fatto altro che prendere gli acquarelli e con un pennello, tingere le varie gocce. Per le riprese, come anche per le foto, ho utilizzato una lente vintage: helios 44-2 58mm f2.

Foto in controluce

Le foto in controluce sono fotografie molto facili da realizzare, basta avere una fonte di luce e renderla uniforme e diffusa così da creare uno sfondo. Io ho usato un softbox. E’ sufficiente scattare inquadrando l’oggetto con dietro il softbox e così si ottiene una figura nera con lo sfondo illuminato e quindi “bianco”.

Come vedete, si possono realizzare veramente tante fotografie molto artistiche in questo modo. Potete utilizzare qualsiasi oggetto oppure potete utilizzare più oggetti per creare qualcosa di diverso; per esempio la seconda foto non è altro che un braccio di una planetaria insieme ad una spillatrice e un po’ di scotch. Per la terza foto, invece, ho utilizzato un’altra luce piccolina che ho puntato verso il pennello. Oppure perché non riprodurre scene di film, teatrali o qualsiasi altra cosa attraverso gli oggetti? Come se di punto in bianco i nostri oggetti inanimati diventassero esseri pieni di vita. Nella prossima foto ho realizzato una griglia con della carne e delle verdure sopra (ovviamente sono ironico, sono delle chiavi inglesi) unendo più oggetti e mettendoli sopra al softbox rivolto verso l’alto.

grigliata di chiavi inglesi
grigliata con gli amici

Nelle prossime foto ho realizzato una serie di scatti in cui il protagonista è una mela che viene mangiata. Dunque, oltre agli oggetti che ci circondano, anche la frutta che abbiamo in casa è più che sufficiente per creare qualcosina di carino. Per la mela ho utilizzato le stesse impostazioni di prima, invece per le ultime due foto ho tolto il softbox e ho usato due fonti di luce esterne; una debole e fredda a destra e una dominante e calda a sinistra.

Autoritratti

Siete in casa da soli e non ci sono persone a cui fare delle foto? Beh ma voi non siete una persona? Allora perché non approfittare per farsi qualche scatto? Magari per cambiare foto profilo. Bene, vediamo qualche spunto.

un mio autoritratto

Questa foto l’ho realizzata davanti allo specchio con una forte illuminazione che puntava dietro contro il muro. Poi durante la post-produzione non ho fatto altro che alzare le luci e i bianchi fino ad ottenere uno sfondo completamente bianco e questo effetto “disegno”. La prossima foto invece l’ho realizzata mettendo la macchina rivolta verso il basso sul cavalletto e io per terra con sotto due grandissimi cartoni di colore bianco e nero. Ho anche utilizzato un flash esterno per illuminare meglio la scena, infine ho impostato la macchina fotografica su autoscatto ritardato con il telecomando ed ecco qui il risultato.

Gioca con le luci

Nelle prossime foto ho provato a realizzare un effetto vintage utilizzando due luci esterne, un flash e un telecomando per l’autoscatto. In una stanza buia, ho posizionato la macchina su un cavalletto davanti a me e sul flash ho adagiato una gelatina di colore blu. Invece, le altre luci le ho posizionate a mio piacere con ciascuna una gelatina (una di colore rosso e l’altra di colore giallo). Oltre alle luci, ho provato anche a muovermi (avanti e in dietro, con la testa…) proprio perché il tempo di scatto si aggirava intorno ai 2/3 secondi.

Nella prima foto ho messo la luce con la gelatina gialla alla mia sinistra altezza ginocchia e l’ho puntata verso l’alto a metà strada tra la macchina fotografica e la posizione finale che avrei dovuto assumere. Poi mi sono mosso avanti e indietro. Nella seconda foto, sempre muovendomi avanti e indietro, mi sono fatto aiutare da una persona esterna per muovere la luce con la gelatina rossa verso di me durante il movimento per poi farla uscire dall’inquadratura. Nell’ultima foto, ho preso una delle due luci e ho provato a creare un cerchio intorno a me (ed è uscito tutt’altro che un cerchio ma lasciamo stare 😀 ). Si vede che nel movimento ho mosso anche la testa e si sono create due figure distinte della mia faccia. Insomma si può sperimentare molto con veramente poco.

Cambia punto di vista

Un concetto molto importante per i fotografi perché per attirare l’attenzione bisogna stravolgere e dare a chi guarda un punto di vista fuori dal comune (non sempre ma la maggior parte delle volte sì). Di base, questo comporta un maggior interesse alla foto stessa. Questi sono due esempi molto semplici dove ho posizionato la macchina fotografica su un cavalletto “alla rovescio” quindi ho fatto in modo di avere la fotocamera sotto ad altezza terreno e l’ho puntata verso l’alto. Poi mi sono aiutato con il solito telecomando e autoscatto.

Stravolgi le dimensioni reali

Per queste foto ho utilizzato la stessa impostazione di prima quindi cavalletto, macchina fotografica e un softbox per avere un’illuminazione controllata. Per queste foto ho usato un obiettivo grandangolare per creare delle specie di caricature. Infatti il grandangolo distorce e più sei vicino all’obiettivo e più il centro della foto ha un effetto rimbombante, gonfio. L’illuminazione controllata mi ha permesso di creare le ombre che volevo e il bianco e nero molto contrastato completa la mia idea di base.

Crea e divertiti anche al computer

Infine vediamo un ultimo esempio. A primo sguardo si direbbe sia una foto composta da più scatti e poi elaborati su photoshop. Se l’hai pensato, allora ti dico che hai perfettamente ragione. Seppur molti fotografi nutrono un certo disgusto verso queste elaborazioni, io penso che divertirsi a creare cose nuove e smanettare su certi programmi come photoshop, non sia niente di malvagio. Principalmente, questa foto, non è altro che un insieme di tre foto sovrapposte, utilizzando delle semplici maschere (funzione di photoshop). Quindi anche i programmi di ritocco possono essere utili per provare e sperimentare diversi tipi di fotografie.

Ecco a te alcuni esempi e alcune idee che possono essere realizzate facilmente in casa da soli. Spero di esserti stato d’ispirazione e continua a scattare; alla prossima! (se ti va, mi trovi anche su instagram)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!