How to...

Come realizzare uno shooting?

Come realizzare uno shooting? E dove lo organizzo? A che ora? Cosa faccio indossare alla modella? Che attrezzatura devo portare con me? E che obiettivi?… Tutte domande che prima di uno shooting in esterna, ci poniamo tutti. E allora ecco che ho deciso di spiegarti come io organizzo un mio shooting.

Ti svelo subito una cosa: non è per niente difficile strutturare un servizio fotografico di questo tipo. Analizziamo ogni step e ti rivelerò tutti i trucchetti che io applico per realizzare le mie uscite.

Luogo dello shooting

Affrontiamo subito la domanda che più ci mette in crisi. Dove scattare le nostre foto? Parto subito col fare due distinzioni. Stai facendo delle foto specifiche? Per esempio è estate e vuoi fare delle foto in un campo di grano? Non c’è molto da dire; devi solo cercare un posto comodo da raggiungere sia da te che dalla modella ed è fatta. Se invece non hai delle richieste particolari, io ti consiglio di scegliere la tua città. Troverai molti spunti tra cui giochi di luce in mezzo ai palazzi, riflessi, colori, vetrine e tanti altri dettagli molto interessanti.

Orario dello shooting

In realtà questa sarebbe la questione più facile da risolvere. Hai delle esigenze particolari? Se sì, allora devi vedere tu altrimenti devi sapere che le migliori foto solitamente vengono scattate o durante l’alba o durante il tramonto. Cioè quei momenti della giornata in cui il sole non è alto e la luce è molto diffusa e tenue, le ombre sono morbide. Questo però non significa che non si possono creare belle foto anche durante il giorno mentre il sole è alto. Le ombre dure che il sole crea insieme a una perfetta combinazione di ciò che ci circonda (per esempio gli edifici), da la possibilità di creare ritratti molto artistici. Inoltre tieni conto anche dell’orario notturno, il momento in cui il sole scompare e la luce artificiale dei negozi e della città, esce allo scoperto. Ti consiglio il mio articolo Non perdere mai la speranza! dove ti mostro delle foto che ho realizzato in assenza di luce naturale.

Attrezzatura e obiettivi

Ecco un altro problema che tra i vari fotografi crea molto sconforto. Chi è agli inizi sicuramente non avrà una vasta scelta di obiettivi tra la propria attrezzatura. Questo non significa che tu non possa fare delle belle foto, anzi, non ti fermare e scatta, ti assicuro che anche con l’obiettivo kit 18-55 si possono realizzare foto molto interessanti. Se invece possiedi già altri obiettivi o vuoi acquistarne uno, ti consiglio obiettivi molto aperti e luminosi(diaframmi 1.4 o 1.8). Come focali dipende molto da ciò che ti interessa fare. Per esempio 35mm è perfetto per ritratti ambientati, 85mm per ritratti stretti e invece 50mm è perfetta per iniziare; una mezza via tra i due precedetemente citati e, inoltre, rispetta il campo visivo del nostro occhio(tutte queste distinzioni valgono per le macchine fotografiche full frame).

Outfit della modella

Vale sempre lo stesso discorso. Se devi fare delle foto particolari, allora scegli l’outfit come meglio tu credi. Altrimenti lascia decidere alla modella cosa mettersi addosso. Magari le puoi far intendere che tipo di foto vuoi ma l’abbinamento dei colori, lascialo nelle sue mani. Sarà tuo compito accostare il suo outfit allo sfondo che creerai e inoltre può anche essere una sfida personale. L’unico consiglio che reputo abbastanza importante da darti è questo: parla con la modella e fai in modo di avere più outfit disponibili. E se la modella non vuole portarsi altri vestiti perché non saprebbe come cambiarsi? Beh devi sapere che si possono trovare molti modi per poter cambiare look. Per esempio con una giacchetta. Già con essa si possono creare 2 outfit leggermente differenti basta indossarla o toglierla. Inoltre è un buon “oggetto di scena” o meglio detto props, infatti con la giacchetta si possono creare pose diverse e originali.

Oggetti di scena

Avere sempre a portata di mano oggetti che possano aiutarti a creare scatti interessanti. Ti faccio alcuni esempi: un prisma, uno specchietto, altri oggetti riflettenti, carta stagnola ecc.
Questi props ti potrebbero servire per fare qualche foto artistica nel caso in cui non trovassi nessuna ispirazione per le strade della tua città. Basta tenerli vicini all’obiettivo e approfittare del diaframma molto aperto; in questo caso si potrebbero creare riflessi innaturali che renderebbero la foto più artistica. Sperimenta con vari oggetti e vedrai che sei circondato da tantissimi props. Talvolta questi si possono trovare anche in giro per la tua città (vetrina di un negozio, una pianta, oggetti vari). Tieni sempre gli occhi aperti. Se non avessi niente del genere beh, non ti scordare che la modella stessa è piena di props: la giacchetta di prima, i capelli, gli orecchini, gioca con lo sguardo, con il movimento. Insomma, c’è un mondo dietro agli oggetti di scena perciò sperimenta e scatta.

Queste foto le ho realizzate durante il mio ultimo shooting fotografico.
Bene, spero di averti aiutato grazie alla mia esperienza e ricordati:; prima di tutto devi creare un legame di amicizia con la modella e non un rapporto lavorativo. Prima di decidere qualsiasi cosa, mettiti d’accordo anche con lei e ascolta anche il suo parere. Durante lo shooting, l’importante è stare bene e far sentire la modella a suo agio, quindi parlate e prova a conoscerla meglio.

Ecco come realizzo un mio shooting. Se ti interessa vedere altri miei progetti, dai un’occhiata al mio profilo instagram! Alla prossima 😉

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!