Il verde del bosco tra il blu del lago e del cielo
Let's talk about

La vita da Fotografo!

Distinzione tra la vita da fotografo e la vita di una persona normale.

Perché parlare di vita da fotografo? Io non penso che sia così scontato fare la distinzione tra una persona che vive la sua vita in modo normale e tranquilla e una persona che ama la fotografia in tutto e per tutto e vuole diventare un fotografo.

Il fotografo è un lavoraccio (attenzione non mi sto lamentando!). E tra poche righe ti spiegherò perché ci tengo a fare questa distinzione; cioè tra la vita di una persona normale e la vita di un Fotografo.

Ti faccio qualche esempio per farti capire meglio:

  • Quando guardo un normalissimo film o serie TV, analizzo la fotografia, le luci e la composizione senza pensarci; succede tutto per caso, mi esalto e mi emoziono.
  • Quando sono in giro, in vacanza o fuori con gli amici, ho sempre la macchina fotografica al collo e sono sempre in cerca di inquadrature nuove. E se non è l’attrezzatura, tiro fuori il telefono e scatto. La voglia di immortalare tutto quello che mi circonda, è alta.

La mia vita!

Ora voglio raccontarti della mia esperienza e quindi della mia vita fotografica! (trovi qualcosina anche nella sezione about me)
Ho iniziato a studiare ed appassionarmi seriamente di questo meraviglioso mondo nel 2016 quando decisi a scuola di frequentare un corso base di fotografia. Quindi il tutto iniziò per pura curiosità.

L’inizio della vita di un vero fotografo è sempre un inizio molto lento; bisogna imparare a scattare in manuale, imparare ad usare a pieno il proprio mezzo fotografico, la nostra anima e i nostri occhi, bisogna imparare un sacco di cose. Inoltre è un periodo in cui si fanno tante foto e a volte senza senso solo per il piacere di fare. Questo significa che stai percorrendo la strada giusta.

Più passano gli anni e più migliori, migliora anche la tua attrezzatura e allora decidi di lavorare attraverso la fotografia. Cosa intendo con lavoro? Beh intendo tutti quei servizi che offri al cliente e che ti portano ad avere in cambio del denaro…insomma ci siamo capiti. Con lavoro intendo, compleanni e feste private, matrimoni (come assistente al fotografo principale), foto in discoteca. E se arrivi a fare queste cose con piacere e divertimento allora ripeto: questa è la strada giusta.
Io, quando faccio scatto a un compleanno, mi diverto a realizzare ritratti e a trovare sempre cose originali (foto artistiche, inquadrature fuori dal comune, controluce…) e quindi mi impegno sempre a portare a casa un bel servizio divertendomi e stando bene con me stesso.

Insomma, quando si ha la macchina fotografica tra le mani, si è al settimo cielo. Noi fotografi siamo felici, riempiamo il nostro cuore di gioia e sicuramente poi anche delle altre persone con i nostri scatti. Siamo solo noi, la nostra testa e la nostra piccola fotocamera. Ricordati che una foto vale più di mille parole e le emozioni che può sprigionare sono meravigliose.

Spero di averti fatto capire cosa intendo con la distinzione tra la vita da fotografo e la vita di una persona qualsiasi. Ma se non ti ho ancora convinto quanto è speciale e diversa la nostra vita beh, ti chiedo di porti una domanda: come sarebbe il mondo oggi senza la fotografia? Senza il lavoro del fotografo?

Se vuoi vedere i miei lavori fotografici e sostenermi, dai un’occhiata alla mia pagina instagram!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!